Hanno scritto del suo lavoro:

 

Una testimonianza addirittura commovente è Flaiano, il meglio è passatoPiù che comprensibili le lunghe code per vederlo alla Biennale di Venezia

                                                                  Franco Cordelli, Corriere della Sera

 

Ottimo Manuel è a Mogadiscio, l’episodio di Giancarlo Rolandi, dannatamente crudele e soavemente grottesco, con lo stile de I Mostri e una bella mano registica. E’ un episodio che si vede con gioia.

 

                                                                           Francesco Alò,  Il Messaggero

 

Il grande merito di HOSTARIA CINEMA e del suo autore, è rispolverare i piatti della memoria e la memoria dei piatti con un bel condimento di storie, ricette, aneddoti.

Gianni Mura, Il Venerdì di Repubblica

 

 

Ci sono saggezza e voglia di vivere, sete di conoscenza e vini giusti nelle pagine di questo libro.  

 

Massimo Lastrucci, CIAK



Nasce a Roma.

 

Laurea in Lettere, 110 e lode.

Corso di sceneggiatura Rai – Script: gennaio/giugno 2004. 

 

Inglese, spagnolo e francese

 

Nel 1990 il primo lavoro realizzato: un documentario sulla Pantera, la protesta studentesca nelle Università, che viene trasmesso da RAI 3 e Videomusic. Nel corso dei primissimi anni novanta lavora in diversi film come assistente e poi aiuto regista, poi inizia una collaborazione con il Centro Teatro Ateneo dell’Università La Sapienza, dove dirige la riprese televisive di diversi laboratori teatrali: conosce Peter Brook, Peter Stein, Carlo Cecchi. Dirige per RAI2 la ripresa televisiva di Ciascuno a suo modo, messo in scena da Anatolij Vassiliev e quella di Ferdinando, messo in scena da Mario Missiroli al Teatro Argentina di Roma. Dirige alcuni videoclip musicali.

 

1996, realizza il cortometraggio Televisore, presentato in molti festival e rassegne nazionali ed europee e viene acquistato in tempi diversi da Rai, Mediaset e Sky.

 

1997, comincia il lavoro in ambito pubblicitario che prosegue tutt’ora: dirige spot, documentari industriali e filmati istituzionali, lavorando come free lance con le maggiori case di produzione italiane per molti clienti diversi, tra i quali: Toyota, Enel, ENI, Telecom, RAI, Poste Italiane, INPS, Groupama, Mazda, Unicredit, Esercito Italiano, Presidenza del Consiglio, AGI, Sagit, Breil. 

 

2004, vince il concorso nazionale di grafica Città del vino 

 

2009, in maggio, esce al cinema Feisbum, film a episodi, due dei quali scritti e diretti; in giugno vince il Premio AGORA’ per la campagna pubblicitaria Birra del Sole.

 

2010, realizza il film documentario Flaiano: il meglio è passato con Elio Germano. Il film è stato presentato alla 67 Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, al Festival del Cinema italiano di Annecy, al Cinema Italian Style di Los Angeles, alla Settimana del Cinema Europeo di Buenos Aires e in diverse altre occasioni, in Italia e all’estero; dopo l’uscita in sala, il film è andato in onda su Rai Movie. Nel 2011 il film è entrato nella cinquina finalista per l’assegnazione del Nastro d’Argento. Sempre nel 2011 partecipa all’ideazione di LDB,  il magazine di cinema di Rai Movie, di cui realizza la prima serie come regista ed art director. 

 

2012, pubblica per Palombi Editori il libro HOSTARIA CINEMA, gli italiani a tavola nei film. 

 

2013, realizza due filmati per Rai1 in occasione della GMG di Rio de Janeiro.

 

2014, è in Angola per un documentario commissionato da ENI; in ottobre, la campagna Morsi per Slow Food, di cui dirige gli spot televisivi, vince il Media & Outdoor Key Award.

 

2016, scrive e dirige il film documentario COSI' MANGIAVANO. Gli Italiani La Tavola I Film, con Antonello Fassari, Vinicio Marchioni, Gianmarco Tognazzi e un intervento di Claudia Cardinale. . Il documentario, prodotto da Rai Movie, è stato presentato al Museo Nazionale del Cinema di Torino nell'ambito della rassegna cinematografica Slow Food per il Salone del Gusto; nel marzo 2017 vince il premio come miglior documentario e il premio speciale Cineteca Nazionale/Centro Sperimentale di Cinematografia al Festival del Cinema Città di Spello e dei borghi umbri; nel giugno 2017 vince il Food Film Festival di Bergamo come miglior Food Movie.